CENGIADI 14° Edizione

Divertimento gratuito per tutti…

  • Ecco la data:
    day
    month
    year
  • Quanto manca?
    giorni
    0
    0
    0
    ore
    0
    0
    minuti
    0
    0
    secondi
    0
    0

Cengiadi, divertimento universale

Il "fenomeno" Cengiadi è difficile da spiegare in poche parole, perchè non è solamente una manifestazione sportiva... Cengiadi è sinonimo di aggregazione, socializzazione, solidarietà, altruismo e ovviamente anche sport. Le famiglie si incontrano, i ragazzi si divertono...e i nonni pure... Il coinvolgimento è pressocchè totale, dal bimbo al nonno tutti possono partecipare e lo possono fare gratuitamente perchè tutte le iniziative dell'associazione di volontariato "un sorriso per tutti" onlus di Cengio sono gratuite e fruibili da tutti. Le CENGIADI inoltre, individuano un progetto di utilità sociale comune e si impegnano a realizzarlo. Collaborano con enti e associazioni per l’effettivo raggiungimento dell’obiettivo. Per questo motivo, gli eventuali fondi ricavati dalla manifestazione, saranno destinati a progetti seri e soprattutto realizzabili in tempi brevi.

Scopri le attività in tempo reale su Facebook.

Le Cengiadi sono una manifestazione sportiva:

  • GRATUITA: perchè così possono partecipare tutti, nulla è dovuto.
  • POLISPORTIVA: perchè proponendo molti sport, si può accontentare tutti.
  • AGGREGATIVA: perchè se partecipi, trovi altre persone che hanno pensato la stessa cosa.
  • DIVERTENTE: perchè partecipando o facendo il tifo, il divertimento è assicurato.
  • SOLIDALE: eventuali fondi ricavati, sono destinati a progetti seri e realizzabili in tempi brevi.
  • COLLABORATIVA: con tutte le società sportive, associazioni, enti e privati che credono in una proposta aggregativa, sportiva e socialmente utile, di questo genere.
  • PROMOZIONALE: perchè molte società sportive possono promuoversi attraverso le CENGIADI, far conoscere la propria attività soprattutto farla provare a chi ne è incuriosito.
  • CURIOSA: perchè alcuni sport proposti sono seri, alcuni semi-seri e alcuni decisamente goliardici :)

Cengiadi: la storia

Volevamo sederci qui con Voi e raccontarvi come sono nate le Cengiadi…
Danilo: “Ricordo che alla fine degli anni settanta a Cairo, noi ragazzi di allora aspettavamo tutti l'inizio dell'estate, perchè in paese arrivava una manifestazione semplice ma coinvolgente: "le Miniolimpiadi". C'era il calcio, il basket, il ping pong, salto in lungo, lancio del peso, corsa 80 metri, salto in alto e la passeggiata fino a Camponuovo con la polenta per tutti i partecipanti. Era grandioso !”

12 Marzo 2006

Sembra strano, ma a volte i sogni nel cassetto escono, se si incontrano le persone giuste. Era una tiepida giornata anche se di marzo. “In quel periodo, davo una mano alla squadra del paese, più che altro a recuperar palloni che ogni tanto andavano al di la della staccionata ;-) L'amico Angelo è un'appassionato di Calcio giovanile. Le nostre strade si sono incrociate con la stessa passione: cercare di fare qualcosa di concreto per i ragazzi. Se si corre dietro ad un pallone, magari dentro un campo da calcio, e magari altri ragazzi fanno la stessa cosa, e lo inseguono per tirarlo dentro ad una rete...si potrebbero annoiare di meno e qualcuno di loro potrebbe non cercare "altre strade"...in poche parole un pizzico di sociale facendo aggregazione. Un pomeriggio, all'Idea Bar di Cengio, con Angelo si discuteva con un caffè, di organizzare un torneo di calcio estivo, una sorta di campionato per "sopperire" alla chiusura delle attività tipiche dell'estate. Perchè oltre al "solito" calcio non aggiungiamo qualcosa, magari di "goliardico" in modo da rendere la manifestazione diversa dalle altre ? Una sorta di Olimpiade dell'allegria e come chiamarla ? Le Cengiadi, il nome è risultato spontaneo, e suonava talmente bene che lo abbiamo rimato insieme…” Un conto è avere un'idea, un progetto, un sogno nel cassetto...il difficile è realizzarlo e la cosa più dura poi, è consolidarlo e mantenerlo nel tempo. Il fatto è che non volevamo fare qualcosa di banale e poi, a quell'idea, bisognava aggiungere un paio di gambe.

Proviamoci.

L'associazione di volontariato "un sorriso per tutti" onlus di Cengio, ha curato tutti gli aspetti burocratici, di risorse umane ed economiche, le Cengiadi non erano più solo un sogno ed il primo weekend di luglio dell'ormai lontano 2006, le Cengiadi in punta di piedi, si affacciarono su Cengio di primo mattino. Alle 8 del sabato mattino, c'era il calcio a 5 categoria ragazzi, non ci saremmo mai aspettati che già alle 7.30 parecchi ragazzi erano in attesa di giocare, incredibile ! Io ed Angelo non credevamo ai nostri occhi, e continuavano ad arrivare, chi in bici, chi a piedi, volevano giocare: le Cengiadi iniziavano ! “Eravamo riusciti tramite qualche sponsor a far stampare delle magliette con la scritta Cengiadi, i ragazzi l'hanno apprezzata, e ancora oggi è un omaggio che non si può più farne a meno! Nelle prime edizioni, le Cengiadi erano una sorta di "sfida" tra le frazioni di Cengio, ma a noi non piaceva chiamarlo "palio dei rioni" o qualcosa di simile. Sono poi venuti da Cosseria, da Millesimo, da Carcare, da Cairo e anche qualche turista tedesco ed olandese. Era curioso lanciare un uovo e dall'altra parte prenderlo intatto, era curioso andare su un paio di trampoli ed era curioso far rotolare una balla tonda di fieno, al tempo di un cronometro. Era strano farsi misurare la circonferenza della pancia per vincere un premio...che strane queste Cengiadi…” A noi piacevano così perchè erano spontanee, erano serie e buffe allo stesso tempo. Dal 2008, le Cengiadi sono aperte a tutti, non è più una sfida tra le frazioni, probabilmente non lo è mai stata. L'obiettivo era quello di trovarci tutti insieme e divertirci. Non importa come, non importa con chi e contro chi, l'importante era esserci!

Cengiadi: arriva il patrocinio ufficiale dalla FIH

Roma, 11 giugno 2014 il Presidente della federazione Italiana Hockey, Sig. Luca Di Mauro, attraverso il comitato regionale e la Presidente dell’ASD Pippo Vagabondo: Nadia Mussina, comunica il patrocinio nazionale concesso al torneo di Hockey su prato, organizzato nella manifestazione Cengiadi 2014.

Cengiadi: evento di rilevanza comunale

Con delibera del Consiglio Comunale del Comune di Cengio, Sabato 22 novembre 2014, è stata riconosciuta la manifestazione "Le Cengiadi divertimento per tutti" quale evento di rilevanza comunale.

Cengiadi: arriva il patrocinio ufficiale dal CONI

Il 29 aprile 2015, tramite Il Sig. Roberto Pizzorno, Delegato CONI Savona, arriva il patrocinio ufficiale dal CONI, la manifestazione si pregia di altri importanti riconoscimenti!

Sono però i volontari dell'associazione di volontariato "un sorriso per tutti" onlus di Cengio, l’anima di questa manifestazione con la collaborazione del Comune di Cengio, la Consulta giovanile di Cengio, altre associazioni, enti, aziende e privati, che contribuiscono alla realizzazione di un evento molto complesso come questo.

Noi tutti siamo orgogliosi di quanto si sta definendo poichè le istituzioni, specialmente quelle locali, hanno un ruolo molto importante sul tessuto sociale, perchè sono a contatto con il territorio, con le persone, con quello che accade. Le Cengiadi sono un patrimonio di tutti, indifferentemente da chi le organizza, da chi le partecipa e da chi le critica. Un patrimonio da preservare, da incoraggiare da sostenere e da consolidare nel tempo. Un patrimonio da regalare alle nuove generazioni, con un sorriso.

Vi aspettiamo con le vostre famiglie ogni anno all’ultimo weekend di giugno ricordando che:

LE CENGIADI SONO TOTALMENTE GRATUITE E SONO PER TUTTI

P.S.una maglietta è per Voi...

Cengiadi: finalità e come sostenerle

L’associazione “Un Sorriso per Tutti” onlus ogni anno promuove numerosi eventi: sportivi (Cengiadi), ludico-ricreativi, laboratori creativi ed artistici ed altre attività al fine di intrattenere e far socializzare i bambini ed i ragazzi del paese, con una finalità importante: i fondi ricavati da tali attività vengono poi utilizzati per sostenere progetti di utilità e valore sociale per il paese.

Cengiadi: ALCUNI PROGETTI FINANZIATI

21/12/2012: inaugurazione Defibrillatore

Grazie a questi fondi nell’anno 2012 è stato deciso di sostenere e realizzare il “Progetto Renzino Astengo” coordinato dall’Associazione CRESC.I onlus attiva a Savona a sostegno del Reparto di Pediatria dell’Ospedale S. Paolo. Tale progetto ha lo scopo finale di dotare di apparecchi per la defibrillazione precoce, i vari ambiti e le scuole della provincia occupandosi in collaborazione con il 118 della formazione alle manovre di rianimazione cardio polmonare di base (BLS) e all’uso del defibrillatore il personale docente per poi in un secondo momento provvedere all’insegnamento delle tecniche di rianimazione cardio-polmonare di base anche per gli allievi delle scuole. Tutto questo al fine di avere, a partire proprio dai più giovani, sempre più persone consapevoli e preparate ad affrontare un’emergenza cardiaca improvvisa proprio nei primi importantissimi minuti antecedenti l’arrivo dei soccorsi di Croce Rossa e Automedicale coordinati dal 118. La realizzazione di questo progetto è stato possibile solo grazie alla costruttiva sinergia tra vari altri enti o associazioni che, ognuno con le proprie competenze, hanno contribuito e collaborato attivamente per raggiungere l’obiettivo che era stato prefisso. Il Fiat 500 Club Italia – Coordinamento di Cengio, che per altre iniziative era in contatto con la Pediatria di Savona e con la CRESC.I, si è fatto carico di organizzare il progetto e coordinare i vari soggetti che dovevano interagire per poter compiere i vari step necessari. Lucia Fresia, fiduciaria di zona del Fiat 500 Club Italia è peraltro da anni Volontaria C.R.I. ed ha così potuto fare da tramite con il 118 e quindi con il Locale Comitato di Croce Rossa per l’organizzazione e la realizzazione dei corsi di BLS (rianimazione cardio polmonare di base) ai ragazzi delle seconde e terze delle scuola secondaria di primo grado. Alcuni Volontari della Croce Rossa di Cengio si sono resi infatti disponibili per recarsi, insieme ad un infermiere del 118, presso la scuola a fare, insieme all’insegnante di Educazione Fisica Boselli che ha aderito all’iniziativa, una vera e propria lezione di BLS che i ragazzi hanno potuto provare a mettere in pratica sui manichini che i militi stessi usano per esercitazione. L’entusiasmo dei ragazzi nello scoprire che le manovre di BLS sono in realtà abbastanza semplici da mettere in pratica, è stato per tutti il traguardo più gratificante. Il defibrillatore semi-automatico (DAE) acquistato dall’associazione “un Sorriso per Tutti” onlus con la raccolta fondi delle CENGIADI, è stato installato presso l’ingresso delle scuole di Cengio Genepro, in una teca protettiva messa in opera a cura del Comune di Cengio. A corredo di tale strumento di supporto vitale la “Parafarmacia S. Barbara” della Dott.ssa Cristiana Dotta, ha aggiunto la donazione di un pulsiossimetro digitale, strumento in grado di misurare le pulsazioni e l’ossigenazione del sangue di un paziente. Questo vuol essere un primo passo per divulgare, con una adeguata preparazione, le tecniche di rianimazione di base il più possibile tra i comuni cittadini all’interno delle scuole e dei circoli sportivi in modo che sempre più persone siano consapevoli che ognuno di noi imparando con un modesto impegno poche semplici manovre può essere in grado di fare qualcosa di importante per chi sta male e rischia la vita.

il Progetto Lorenzo Astengo

La tragica modalità della scomparsa di Renzino Astengo, avvenuta in maniera improvvisa e repentina in un giorno normale di scuola, è il punto nodale del progetto che da lui appunto prende nome: da un lato c’è l’esigenza della famiglia di dare almeno in minima parte un senso a questa morte inaccettabile, rendendola in qualche modo “utile” ad altri bambini; da un altro lato c’è la volontà ad impegnarsi perché episodi di questo tipo non si ripetano più. Dal convergere di queste esigenze ha preso forma un progetto che si è proposto come primo obiettivo quello di far crescere la cultura del primo soccorso e di agevolare la divulgazione delle tecniche di rianimazione salvavita anche tra i comuni cittadini e all’interno di strutture come le scuole e le palestre dove i ragazzi trascorrono gran parte delle giornate.

6 dicembre 2014: inaugurazione nuova ambulanza pediatrica

La C.R.I. di Cengio, ha acquistato una nuova ambulanza di rianimazione pediatrica. Un’importante risorsa per il territorio, dotata anche di trazione 4x4. La radio che collega il 118, è stata frutto di raccolta fondi tramite le CENGIADI.

20 maggio 2017: inaugurazione Cengiadi Stadium

UN PROGETTO CHE SI È CONCRETIZZATO.
Immaginate un luogo dove i ragazzi possano giocare, aggregarsi, socializzare.Immaginate un luogo dove tutti e in qualsiasi orario, possano divertirsi soprattutto all’aria aperta. Questo è: CENGIADI STADIUM.
Lo staff delle CENGIADI ha riunito le tante idee che sono arrivate dai ragazzi di Cengio e dintorni, per la realizzazione di un area all’aperto fruibile da tutti e in qualsiasi momento della giornata, utilizzando spazi già esistenti e dotandoli di una risorsa per divertirsi e fare sport in molteplici polivalenze; d’altronde lo sport come la vita, ha molti aspetti: basta solo trovare gli stimoli...
E COSÌ SI È SVILUPPATA L’IDEA.
La copertura delle spese è stata interamente a carico dell’Associazione “Un Sorriso per Tutti” onlus di Cengio, con i fondi che ogni anno l’associazione stessa si propone di destinare. Ha coordinato il progetto dalla genesi fino alla realizzazione, seguendone tutte le fasi. Il Comune di Cengio, ha messo a disposizione l’area effettuando i lavori necessari di pulizia, riordino e messa in opera di tutta la risorsa. La Proloco di Cengio, ha messo a disposizione le strutture, i servizi igienici e tutto il necessario per arrivare a fruire l’intera area. Le CENGIADI hanno un grande sogno: COLLABORARE. Trovano collaborazioni in “ogniddove” e a queste, abbinano l’entusiasmo. Era necessario dare “un paio di gambe” a quelle idee, soprattutto ascoltare...e in tempi brevi...intervenire.
CENGIADI STADIUM, A COSA SERVE ?
Si tratta di un’Area Sportiva Polivalente con il comune obiettivo di socializzazione attraverso lo sport. Le Cengiadi in tutte scorse edizioni, hanno conosciuto molte realtà sportive e aggregative nel territorio. Molte società sportive negli anni hanno partecipato alle Cengiadi promuovendo la loro attività evidenziando come, attraverso lo sport, si possano creare sinergie aggregative e propositive. L’area sportiva polivalente inaugurata come CENGIADI STADIUM ha il compito di coinvolgere nello sport, soprattutto socializzare in modo costruttivo all’aria aperta, quante più persone possibili, valorizzando e fornendo un’area fruibile gratuitamente a tutti.
COLLABORAZIONE CON LE SCUOLE
I ragazzi dell’I.P.S.I.A. di Cairo M.tte, hanno risposto con entusiasmo all’iniziativa e hanno realizzato un’insegna di acciaio inox appositamente intagliata artigianalmente con lettere sagomate, posta all’ingresso dell’area. Il Prof. Claudio Carrieri ha trasmesso alla perfezione ai ragazzi, questo sentimento di collaborazione attiva tra i ragazzi...per i ragazzi.
CENGIADI STADIUM: QUALI SPORT POSSO FARE ?
In genere quasi tutti gli sport. Il rettangolo però è tracciato con misure regolamentari per: Basket, Calcio a 5, Pallamano, Hockey su prato, Palla leggera. Le diverse tracciature, identificano rettangoli di gioco differenti. E’ fruibile anche per il pattinaggio a rotelle, skateboard ecc. NON È POSSIBILE ACCEDERE CON MEZZI A MOTORE.
CRITERI DI UTILIZZO DELL’AREA
Non ci sono particolari regole o obblighi, se non quello di rispettare le principali regole di convivenza civile. Quest’area è stata oggetto di raccolte fondi e lavoro di volontari, che consegnano a VOI il frutto di una passione per tutti gli sport, l’aggregazione e la socializzazione. Noi tutti, con competenze diverse ma con lo stesso entusiasmo, cerchiamo di trasmettere a TUTTI di “dimenticare”, anche solo per qualche ora, il mondo virtuale. Esci all’aria aperta e cerca di praticare uno dei tanti sport che magari hai sognato di fare. Noi pensiamo che lo sport sia un veicolo di aggregazione, di socializzazione e di sfida prima di tutto con se stessi. Anche solo una passeggiata, in compagnia di amici, è ricchezza per tutti. Lo sport principale per noi è SORRIDERE, e magari intorno a te ci sono altre persone che hanno pensato altrettanto...che ne dici ?

CENGIADI: Come sostenerle

E’ possibile fare una donazione (che è fiscalmente detraibile) al seguente IBAN:

IT08S0342549370000000011550

intestato a: Associazione "Un sorriso per Tutti" onlus

Banco Azzoaglio agenzia di Cengio

Causale: sostegno attività

Un altro modo per contribuire è il 5x1000 nella dichiarazione dei redditi indicando

il codice fiscale dell’Associazione: 92081930098

Chiedi informazioni, contattaci

Loading